logo_ETK

ibone E, l’impianto dentale pensato per preservare l’osso

L’impianto dentale iBone E permette di essere impiegato in una vastissima gamma di indicazioni, specificatamente in caso di estrazione/carico immediato, ma anche per siti con bassa densità ossea o ridotto spazio apicale.

L’impianto dentale ibone E è disponibile sul nostro negozio online.

etk®, il vostro produttore e fornitore di impianti dentali ibone E

L’impianto dentale ibone E è destinato al trattamento delle edentulie parziali o totali, sia mascellari che mandibolari. Sarà situato in posizione iuxta-crestale o sotto-crestale, a seconda dell’anatomia del paziente per poter far aderire meglio un restauro estetico con una gestione adattata dello spazio biologico della guarigione.

Indicazioni

  • Chirurgia post-estrattiva
  • Carico immediato
  • Adatto a tutte le densità ossee
  • Ideale in caso di ossa poco vascolarizzate

Sviluppato in collaborazione con il Prof. Hervé TARRAGANO

“Preservare l’essenziale vuol dire preservare l’osso. Le prestazioni della filettatura, il diametro ridotto del nucleo dell’impianto posizionato subcrestalmente e la fresatura oltre il corpo dell’impianto, permettono di creare delle camere di guarigione che si riempiono di magma osseo-sanguigno, garantendo un’osteointegrazione ottimale. iBone® firma quindi la terza generazione di impianti il cui principio consiste nel rispettare l’ecologia interna del paziente e nel lasciare spazio alla parte viva, garantendo un successo implantare senza pari”. Prof. H. Tarragano

Un design studiato per garantire una stabilità primaria perfetta

La filettatura si adatta alla densità ossea
L’impianto dentale iBone E è disponibile in 3 misure di filettatura per permettervi di adattare l’impianto alla densità ossea.

Spire larghe per lasciare spazio alle parti vive

  • Riduzione del corpo dell’impianto mantenendo una stabilità primaria ottimale per preservare l’osso
  • Creazione di camere di guarigione che saranno colonizzate dall’osso endogeno, ottimizzando così l’osteointegrazione dell’impianto.

Una connessione unica e comune con l'impianto dentale Naturactis, Naturall+ e iBone S

L’impianto dentale ibone E è dotato di una connessione conica esagonale interna per garantire:
– l’impermeabilità della giunzione protesica
– la stabilità della connessione impianto/componente protesica
– la precisione dell’orientamento degli elementi protesici

La connessione implantare comune con l’impianto dentale Naturactis, Naturall+, iBone S permette:
– una razionalizzazione dello stock di elementi protesici
– una semplificazione della comunicazione tra l’implantologo e i protesisti
– una semplificazione della comunicazione tra lo studio e il laboratorio

La connessione implantare è unica per tutti i diametri e le piattaforme protesiche:
– La scelta della piattaforma gengivale non è condizionata dalla scelta del diametro dell’impianto.
– Il piano di trattamento è semplificato.

Un corpo implantare conico per preservare l’osso

  • Ottimizzazione dell’impianto in prossimità delle radici curve.​
  • Ottimizzazione della stabilità primaria.​
  • Limita la compressione apicale.​

Un apice atraumatico e filettante per garantire la facilità di inserimento pur preservando la parte viva

  • I filetti partono dall’apice per un’elevata capacità autofilettante dell’impianto e per un migliore ancoraggio apicale.​
  • Utilizzo in piena sicurezza nel settore sotto-sinusale.

Trattamento di superficie STAE® affidabile e testato grazie a 27 anni di esperienza clinica.

La combinazione di due tecnologie, la sabbiatura e la mordenzatura, conferisce all’impianto una superficie con doppia rugosità, ottimale per una migliore osteointegrazione

Sabbiatura con ossido di titanio per ottenere una macro-rugosità

– Mordenzatura agli acidi per ottenere una micro-rugosità.

Questo kit offre tutti gli strumenti necessari per eseguire il protocollo chirurgico e gestire tutte le densità ossee per tutte le lunghezze e tutti i diametri degli impianti iBone E, iBone S e iBone G.

– Semplice e compatto.

– Kit unico per 2 sistemi implantari.

– Dimensioni ridotte per risparmiare spazio sul campo sterile e nell’autoclave.

– Righello graduato

– Protocollo snellito per ridurre al massimo l’invasività dell’intervento chirurgico

  • Minimo 3 frese
  • Massimo 7 frese

– Inclinabile per una migliore visibilità degli strumenti durante l’intervento

– Istruzioni stampate con metodo serigrafico per una maggiore visibilità del protocollo

Kit di stop

Kit universale: può essere utilizzato con tutte le gamme di impianti (solo sulle frese scanalate).

– Inserimento degli stop direttamente nel contrangolo
– Codifica a colori per una facile identificazione degli stop in base al diametro della fresa utilizzata
– 28 stop per frese corte e lunghe inclusi nel kit
Kit sterilizzabile in autoclave

Kit per estrazioni

Questo kit d’estrazione permette la rimozione dei monconi bloccati nell’impianto e delle viti rotte, nonché dell’impianto stesso. I nostri kit di estrazione sono disponibili per tutte le nostre gamme di impianti.